BARI NAPOLI TORINO
BOLOGNA PADOVA TRIESTE
FIRENZE PALERMO VERONA
GENOVA RIMINI VENEZIA
MILANO ROMA
linkEVENTI DEL 25/06/2017
tutti
locali
gallerie
concerti
disco
djset
festival
libri
musei
radio
riviste
teatri
cinema
degustazioni
video
010203
04050607080910
11121314151617
18192021222324
252627282930
http://www.misvago.it/banner.php
FINISSAGE HO VISTO COSE MOSTRA DI ANDREA BUTTAZZO
Quando: il 09/05/14
Dove: Manifatture Knos - via Vecchia Frigole, 36 - Lecce
Sito: www.manifattureknos.org
Email: info@manifattureknos.org
INFO
venerdì 9 maggio (18.30/21.30) - Manifatture Knos (via Vecchia Frigole, 36 - Lecce)
Ingresso gratuito

HO VISTO COSE
Le Manifatture Knos di Lecce ospitano il finissage
della mostra antologica di sculture di Andrea Buttazzo

Venerdì 9 maggio (dalle 18.30 alle 21.30) presso le Manifatture Knos di Lecce con un incontro, alcune proieizioni e un dj set si conclude "Ho visto cose", mostra antologica dell'artista leccese Andrea Buttazzo, promossa dall'associazione culturale Lab11 in collaborazione con Manifatture Knos, CRACC srl - spin off di ricerca Università del Salento, TASC - Dipartimento dei Beni Culturali dell'Università del Salento e MAP - Museo Mediterraneo dell’Arte Presente di Brindisi, Centro Studi Edgardo Simone, Monitorarti. Il finissage si aprirà con “Abbiamo visto cose”, un incontro moderato da Massimo Guastella (docente di Storia dell'Arte Contemporanea dell'Università del Salento e curatore del catalogo della mostra pubblicato da Mario Congedo Editore) e che vedrà la partecipazione dell'antropologo Antonio Basile, degli storici dell'arte Massimiliano Cesari, Lucio Galante, Marina Pizzarelli, dell'architetto Giuseppe Apollonio e di alcuni rappresentanti di Be Project, Casa Eutopia, IArchitettura. A seguire dalle 20 alle 21.30 saranno proiettati i due video “Scatolo, ovvero genesi di un opera" e “Assemblaggio”.

Trentacinque opere polimateriche, installative e interattive: la mostra di Buttazzo (inaugurato lo scorso 18 aprile) è un racconto plastico di porzioni di realtà, forme plasmate in simulacri e riproposte allo spettatore, oggetti trasformati in soggetti da una narrazione dove il reale confluisce nell’apparenza. Pietra, marmo, argilla, gesso, cemento, ferro, colore, insieme a micro fotocamere, sensori e QR Code: la combinazione tra pratiche tradizionali e sperimentazione di linguaggi contemporanei avvince lo spettatore, orientandolo alla curiosità. La sua impronta tende a un rinnovato dadaismo che simula gli ‘objet trouvè’, con richiami surrealisti, artepoveristi e concettuali: un atteggiamento creativo, singolare e disinvolto, non privo di implicazioni ludico-ironiche, fatte di doppi sensi verbali e ambivalenze. Come ha recentemente osservato Massimo Guastella: «Buttazzo ha portato avanti la sua produzione con giochi tra visuale e verbale sostanziando il lavoro con freschezza ironica nella doppiezza intrigante del titolo e nella vivace intensità delle forme, cercando nell'allusione simbolica un più ravvicinato incontro/confronto con la "realtà sociale", cosicché, la sua singolare interpretazione dell’essere artista, induce a osservare con Joseph Beuys: uomo è colui che plasma la "scultura sociale"».
Today And Tonight
DiscotecheRistoranti
DiscopubPizzerie
BirrerieRistoranti etnici
PubTaverne/osterie
EnotecheCocktail bar
Music clubCreperie
LudotechePaninoteche
Sexy clubBar/gelaterie
dove dormire
HotelBed & Breakfast
VIGNETTELUI E LEI
BARZELLETTEFORUM
VIDEO BUFFICHAT
FOTO BUFFEDIRECTORY
PIATTI ETNICICOCKTAILS
GIOCHI
/Lecce/index.php?zone=speeddate
ARTETELEVISIONE
TEATROGOSSIP
CINEMAOROSCOPO
banner pubblicitari segnala un locale segnala un evento
Copyright 2001-2017 Misvago.it       PRIVACY    Cookie Policy    DISCLAIMER    CONTATTI    LINKS    SPEED DATE    SPEED VACANZE